Tumore allo stomaco: tipologie, sintomi e cure

martedì, 09 Gen 2024

Con più di ventimila nuovi casi diagnosticati solo negli Stati Uniti, il tumore allo stomaco è una delle malattie oncologiche più frequenti e comuni in tutto il mondo. Si tratta di un cancro che colpisce due volte più gli uomini che le donne: in Italia le stime si attestano sugli 8.400 nuovi casi nei maschi e 6100 nelle femmine ogni anno, ma ultimamente una maggiore precisione nella diagnosi e il riconoscimento di alcuni importanti fattori di rischio hanno migliorato il tasso di sopravvivenza [1].

Indice argomenti

Cancro allo stomaco: cos’è e quali tipologie esistono?

Il cancro allo stomaco, noto anche come cancro gastrico, è una malattia in cui le cellule tumorali si sviluppano nella parete dello stomaco. La proliferazione delle cellule tumorali inizia quando queste si formano nel rivestimento interno dello stomaco, subendo mutazioni che le convertono in malformazioni maligne. Circa il 95% di tutti i tumori allo stomaco inizia nel tessuto ghiandolare che riveste lo stomaco, ma poi il tumore può diffondersi lungo la parete dello stomaco o crescere direttamente attraverso la parete e mettere in circolo le cellule tumorali nel flusso sanguigno o nel sistema linfatico: da qui, il cancro può diffondersi ad altri organi tramite metastasi. Tuttavia, solitamente la malattia di solito cresce in modo lento, nel corso di molti anni; per questo motivo il cancro allo stomaco si riscontra più spesso nelle persone tra i 60 e gli 80 anni [2].

In oncologia, la forma più comune di cancro gastrico è l’adenocarcinoma, che origina nelle cellule che rivestono la mucosa gastrica. La sua origine può essere attribuita a molteplici fattori, tra cui l’infezione da Helicobacter pylori, una dieta ricca di cibi salati, affumicati e con conservanti, nonché una storia familiare di cancro allo stomaco.

Il linfoma gastrico è un’altra forma di cancro allo stomaco, ma è meno comune; coinvolge il tessuto linfatico nello stomaco ed è spesso associato a infezioni batteriche come quella da Helicobacter pylori.

Il leiomiosarcoma gastrico è una forma molto rara di cancro che ha invece origine nei muscoli dello stomaco. Altri tipi di sarcomi possono svilupparsi in altri tessuti connettivi (grasso, vasi sanguigni, ecc.) [2].

Il cancro gastrico può inoltre diffondersi in vari modi, tra cui per via diretta agli organi limitrofi, esofago e peritoneo in primis, oppure per via linfatica ai linfonodi o attraverso il flusso sanguigno, generando metastasi al fegato, alle ossa, ai polmoni o alle ovaie [1].

L’analisi genomica permette all’oncologo di comprendere meglio la natura della lesione. Compila il form e scopri quali test sono offerti da Medendi.

Cancro allo stomaco: cause e fattori di rischio

Il cancro allo stomaco è una malattia oncologica complessa il cui sviluppo può essere influenzato da vari fattori. Alcuni dei fattori di rischio noti includono [3]:

  • Infezione da Helicobacter pylori: questo batterio, che causa ulcere ma è assai comune in molte parti del mondo, è stato associato a un aumento del rischio di cancro gastrico;
  • Anemia perniciosa, un tipo di anemia di lunga durata;
  • Alimentazione squilibrata: una dieta ricca di cibi salati, affumicati, conservati e in scatola può aumentare il rischio, così come può essere un fattore di rischio la carenza di frutta e verdura fresca nella dieta;
  • Obesità: di conseguenza, anche l’obesità è un fattore di rischio per il cancro gastrico;
  • Alcolismo e tabagismo: bere alcol regolarmente o fumare sigarette è stato collegato a un aumento del rischio di sviluppare il cancro allo stomaco;
  • Storia familiare: chi ha parenti di primo grado (genitori, fratelli o sorelle) con una storia di cancro allo stomaco può avere un rischio maggiore;
  • Ereditarietà: sembra che alcuni disturbi genetici rari, come la sindrome di Lynch, la poliposi adenomatosa familiare e la sindrome di Li-Fraumeni, possono aumentare il rischio di cancro gastrico;
  • Esposizione a sostanze chimiche, e in particolare al piombo e all’amianto;
  • Tipo di sangue: alcuni studi hanno suggerito che le persone con il gruppo di sangue A possono essere più suscettibili al cancro gastrico.
  • Genere: gli uomini hanno circa il doppio delle possibilità di sviluppare questa forma di cancro rispetto alle donne.

Alcune tipologie di test del DNA permettono di individuare le mutazioni germinali che possono predisporre allo sviluppo di alcuni tumori. Scopri come funziona:

Cancro allo stomaco: sintomi

Il cancro gastrico ha sintomi diversi in una fase iniziale e in quella avanzata. Si può affermare che non abbia addirittura sintomi associati in una fase precoce, tuttavia, alcuni pazienti potrebbero lamentare:

  • sintomi dell’indigestione;
  • disturbi della digestione;
  • nausea o vomito;
  • disfagia;
  • affaticamento postprandiale;
  • perdita di appetito;
  • stanchezza;
  • perdita di peso;
  • stomaco ingrossato;
  • linfonodi ingrossati.

Le complicanze tardive del cancro gastrico possono invece includere vari segni e sintomi, tra cui versamenti peritoneali e pleurici, ostruzione dello sbocco gastrico, della giunzione gastroesofagea o dell’intestino tenue, emorragia nello stomaco e ittero [3].

Cancro allo stomaco: diagnosi

Gli esami che vengono prescritti a pazienti con sospetto tumore gastrico includono solitamente l’emocromo, che può essere utile nell’identificazione dell’anemia, a sua volta spie di emorragie o disfunzioni epatiche (o cattiva alimentazione). Possono essere poi effettuati test di funzionalità epatica e ricercati marcatori tumorali (di solito si usano il CEA e il CA 19-9).

Al contempo, sono molto utili anche gli studi di imaging, che aiutano la diagnosi di cancro gastrico nei pazienti in cui la malattia è già suggerita da altri fattori. Gli esami più utili sono l’esofagogastroduodenoscopia (EGD), per valutare il coinvolgimento della parete gastrica e dei linfonodi, la radiografia del torace, per valutare la presenza di lesioni metastatiche, la TAC o la risonanza magnetica del torace, dell’addome e della pelvi (per valutare potenziali aree di diffusione). Per una valutazione precisa dello stadio del tumore si può ricorrere all’ecografia endoscopica (EUS).

La biopsia viene effettuata sulle ulcere e solitamente può includere almeno sei campioni differenti prelevati dall’area circostante la lesione [3].

Cancro allo stomaco: trattamento e prevenzione

l trattamento del cancro allo stomaco dipende dalla fase della malattia, dalla sua localizzazione e da altri fattori individuali: solo dopo un’accurata diagnosi è possibile stabilire un piano per la cura. Le principali opzioni di trattamento includono [4]:

  • Chirurgia. Questa è una delle principali opzioni di trattamento e si basa sulla rimozione parziale o totale dello stomaco, a seconda della localizzazione e della diffusione del tumore. In alcuni casi, potrebbero essere necessarie anche la rimozione di linfonodi e di parti dell’intestino.
  • Radioterapia. La radioterapia può essere utilizzata prima della chirurgia per restringere il tumore, dopo la chirurgia per distruggere eventuali cellule tumorali residue o in combinazione con la chemioterapia.
  • Chemioterapia. Può essere somministrata prima o dopo l’intervento chirurgico o, in alcuni casi, come trattamento principale per i tumori allo stomaco avanzati.
  • Terapia mirata. In alcune forme di cancro gastrico, possono essere utilizzate terapie a bersaglio molecolare contro specifiche anomalie molecolari eventualmente presenti nelle cellule tumorali.

Negli ultimi anni diverse terapie a bersaglio molecolare sono state approvate. I test NGS permettono di capire quali mutazioni sono presenti nel tumore e come possono essere aggredite. Scopri di più:

Le procedure di prevenzione per il cancro allo stomaco, invece, si basano essenzialmente su una sana alimentazione, che va condotta seguendo una dieta ricca di frutta, verdura e cereali integrali e limitando gli alimenti salati e sulla limitazione del consumo di alcol. Al contempo, è importante evitare di fumare, perché il fumo di sigaretta è ancora considerato un importante fattore di rischio per il cancro gastrico.
Si consiglia inoltre alle persone con una storia familiare di cancro gastrico o altre condizioni predisponenti di sottoporsi a screening regolari, consultando un medico specialista.

In sintesi

Il cancro allo stomaco, noto anche come cancro gastrico, è una patologia in cui le cellule tumorali si sviluppano nella parete dello stomaco. La forma più comune di cancro gastrico è l’adenocarcinoma, che inizia nel rivestimento interno dello stomaco; altri tipi meno comuni includono il linfoma gastrico e il leiomiosarcoma gastrico, che hanno origine rispettivamente nel tessuto linfatico e nei muscoli dello stomaco.

Questo tipo di cancro può diffondersi in vari modi, generando metastasi in altri organi, ed è perciò estremamente importante effettuare una diagnosi precoce. I fattori di rischio più noti includono l’infezione da Helicobacter pylori, l’anemia perniciosa, l’alimentazione sbilanciata, l’obesità, l’alcolismo, il tabagismo, una storia familiare o fattori di ereditarietà connessi con lo sviluppo di forme tumorali, l’esposizione a sostanze chimiche e avere sangue di tipo A.

I sintomi possono variare nelle fasi iniziali e avanzate della malattia, ma spesso includono sintomi digestivi come indigestione, nausea, vomito, disfagia, affaticamento postprandiale, perdita di appetito, perdita di peso, stomaco ingrossato e linfonodi ingrossati. Per quanto riguarda la diagnosi, essa inizia con esami del sangue, e coinvolge spesso studi di imaging come EDG, TAC e radiografia del torace, e biopsie.

Il trattamento della patologia oncologica dipende molto, come sempre, dalla fase di avanzamento della malattia e può includere chirurgia, radioterapia, chemioterapia e terapie mirate. Non meno importante è la prevenzione, che si basa su una dieta sana, sulla limitazione del consumo di cibi salati e di alcol, e che chiede di evitare il fumo e sottoporsi a screening regolari, specialmente se si ha una storia familiare di cancro gastrico o altri fattori di rischio.

Fonti e bibliografia

  1. AIRC, Tumore dello stomaco
    https://www.airc.it/cancro/informazioni-tumori/guida-ai-tumori/tumore-dello-stomaco
  2. WebMD, Stomach Cancer
    https://www.webmd.com/cancer/stomach-gastric-cancer
  3. MedScape, Gastric Cancer
    https://emedicine.medscape.com/article/278744-overview
  4. National Library of Medicine, Gastric Cancer
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK459142/

Conoscere le alterazioni molecolari del tumore permette di utilizzare terapie mirate che colpiscono con precisione le cellule tumorali. Perché sia possibile, servono diagnostiche molecolari come l’analisi genetica e l’analisi proteomica. Medendi offre diagnostiche avanzate e innovative per prevenire, conoscere e combattere il cancro. Scopri i nostri servizi: la valutazione preliminare è sempre gratuita.

Altri articoli interessanti